Smart & Start
 
Menu
 Chi

SMART sostiene le società che propongono progetti d’impresa che prevedono:

  • soluzioni tecniche, organizzative o produttive, nuove rispetto al mercato di riferimento dell’impresa proponente, anche relativamente alla riduzione dell’impatto ambientale
  • ampliamento del target a cui è rivolto il prodotto-servizio, rispetto al bacino attualmente raggiunto dagli altri operatori attivi nello stesso mercato o settore
  • sviluppo e vendita di prodotti/servizi innovativi o migliorativi rispetto ai bisogni dei clienti, oppure destinati a intercettare nuove esigenze, o anche rivolti a innovative combinazioni tra prodotto-servizio e mercato
  • modelli di business orientati all’innovazione sociale, anche attraverso l’offerta di prodotti e servizi che intercettano bisogni sociali o ambientali.

Per accedere alle agevolazioni, le imprese, alla data della presentazione della domanda, devono:

  • essere costituite da non più di 6 mesi
  • essere di piccola dimensione NB
  • avere sede legale e operativa nelle regioni Basilicata, Calabria, Campania, Puglia, Sardegna  (territori ammessi ex art. 107.3.c del TFUE), Sicilia e Comuni del Cratere Sismico Aquilano
  • essere costituite in forma societaria, comprese le società cooperative
  • essere costituite in maggioranza assoluta numerica e di partecipazione da persone fisiche. Per le società cooperative i soci devono essere rappresentati esclusivamente da persone fisiche.

NB  È di piccola dimensione l’impresa che ha meno di 50 occupati e ha un fatturato annuo, oppure un totale di bilancio annuo, non superiore a 10 milioni di euro. Ai fini della verifica della dimensione aziendale si invita a prendere visione del DM 18 aprile 2005


Per richiedere le agevolazioni non è però necessario aver già costituito la società: possono accedere a Smart&Start anche “team” di persone fisiche in possesso di una business idea. La costituzione della nuova società sarà richiesta solo dopo l’approvazione della domanda di ammissione alle agevolazioni.

L’elenco completo dei requisiti per l’accesso è contenuto al punto 4 ed al punto 8 della
Circolare esplicativa del 20 giugno 2013 e, relativamente alle domande presentate nei comuni del Cratere sismico Aquilano, all’art. 5 del DM 30 ottobre 2013.

>> IMPORTANTE: i soggetti che vogliono richiedere anche le agevolazioni “START” presentano un’unica domanda di agevolazione.